Trucchi e barbatrucchi

Rendere più digeribile l’aglio

Per rendere più digeribile l'aglio è sufficiente togliergli l'anima, ossia il germoglio verde che si trova all’interno. Dopo avere mangiato l'aglio, per ripulire l'alito occorre masticare una foglia di menta o di salvia o un chicco di caffè.


Leggi tutti i barbatrucchi

Amici

Ricette di cucina

Ricette a quadretti Akkiappato da Akkiapparicette

ricette di cucina

E daje a magnà a Roma! SAID

In: Buoni posti|E daje a magna'... a Roma!|Posti buoni e posti cattivi by , 2 Mar 2012 Invia questo post This page as PDFStampa questo post

esterno

Mappa


Recapiti

Via Tiburtina 135 (San Lorenzo)

00185 Roma

tel 06 4469204

www.said.it


Prezzo medio

25,00 euro


Il nostro voto

cibo
ambiente
servizio
costo

Quando un’amica mi ha parlato di SAID ho pensato subito che si trattasse di un ristorante etnico… invece la sigla sta per Società Anonima Industria Dolciumi e infatti si tratta proprio di una antica fabbrica di cioccolato, la cui fondazione risale al 1923. Dopo alterne vicende, legate prima alla guerra e poi all’avvento della cioccolata industriale, SAID è rinata in una nuova veste; nel 2006, accanto al laboratorio artigianale, è nato questo ristorante molto molto particolare. Definirlo solo ristorante è riduttivo perchè ci si può andare anche per un caffè con cioccolatino annesso, per l’aperitivo nella splendida veranda o, nei pomeriggi invernali, a bere una cioccolata fumante seduti in poltrona.

Io ci sono stata sabato a pranzo e devo dire che la scelta è stata azzeccata perchè ho potuto assaggiare il buffet di piatti freddi e caldi (con grande varietà di pietanze, più o meno legate alla tradizione romana) e soprattutto il buffet di dolci, rigorosamente al cioccolato! Ordinando alla carta, si rischia di spendere un po’ troppo ma l’atmosfera d’altri tempi (e al tempo stesso anche moderna) che si respira è davvero unica. Tutto qui è curato nei minimi dettagli, nel rispetto della natura originaria del luogo: dai vecchi stampi per cioccolato che decorano le pareti ai sottotorta in carta usati come tovagliette, dai vassoi in ceramica in cui viene servita la selezione di pasticcini alle vecchie forme per uovo di pasqua riutilizzate come portapane.

Prima di andare via, sosta obbligatoria nel negozietto che vende direttamente i prodotti della fabbrica.

Nessun commento »

No comments yet.

RSS feed per i commenti di questo post. TrackBack URL

Leave a comment




Custom avatar Custom avatar Custom avatar Custom avatar Custom avatar Custom avatar Custom avatar Custom avatar Custom avatar Custom avatar